La Breccia a Porta Pia - Banner
  • Camera Blu
  • Camera Rossa
  • Suite Verde
  • Affaccio sul Parco
  • Camera Rossa
  • Sala da Pranzo
  • Cucina
  • Cucina
  • La Breccia a Porta Pia
Camera Azzurra1 Camera Rossa2 Suite Verde3 Affaccio sul Parco4 Camera Rossa5 Sala da Pranzo6 Cucina7 Cucina8 La Breccia a Porta Pia9
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni > I luoghi

Come arrivarci

     

Partenza

   

Linea

 

90

Direzione

 

Termini

Fermate

 

3

Cambio

 

Stazione Termini

Linea

 

Metro B

Direzione

 

Laurentina

Fermate

 

5

Arrivo

 

Garbatella

A piedi

 

650 m

Descrizione

E' vero. Siamo lontani anni luce dai dipinti, dai mosaici, dagli obelischi, dalle fontane, dalle vestigia di un passato antico e glorioso. E certamente questo non è posto per chi ha poco tempo: in tal caso, meglio concentrare le energie sui quei luoghi che si-debbono-assolutamente-vedere.

Eppure... Eppure anche questa zona di Roma il suo fascino ce l'ha, se pur nascosto dal traffico, dai muri grigi di palazzi troppo alti e polverosi e dal ferro. Ferro, sì, perché siamo nella vecchia zona industriale della città, di cui il Gazometro è il simbolo incontrastato, probabilmente a causa dell'altezza, 92 metri, che lo rende visibile da vari punti della città, fedele sentinella del trascorrere del tempo.

Il Gazometro nella Notte Bianca del 2006

Costruito nel 1937 per affiancare i due gazometri più piccoli del 1910, venne utilizzato per immagazzinare il cosiddetto "gas di città", che serviva nel passato sia per le abitazioni che per l'illuminazione pubblica. La diffusione dell'energia elettrica e del metano ha reso obsoleta la struttura che, infatti, è caduta in disuso, anche se esistono tentativi di valorizzarla come reperto di archeologia industriale. Un esempio riuscitissimo di questi sforzi è stato quello attuato in occasione della Notte Bianca del 2006 e visibile qui sopra nel filmato. Lo sposalizio tra il ferro e la luce genera arte e la sua magia lascia senza fiato. Da alcuni anni inoltre il Gazometro è il protagonista indiscusso dell'Estate Romana. Sarebbe magnifico continuare su questa strada: in fondo a Parigi, di una torre di ferro ne hanno fatto il simbolo della città!

Cosa vedere qui

Cosa vedere partendo da qui

  • San Paolo fuori le mura, una delle quattro basiliche papali e seconda in grandezza dopo San Pietro

  • EUR, quartiere moderno, costruito negli anni Trenta in previsione di una Esposizione Universale di Roma mai realizzata. Deliziosa la Passeggiata del Giappone intorno al laghetto, soprattutto in primavera quando le piante di ciliegio ornamentale sono in fiore.

Curiosità

C'è anche un gatto
Chi visita il Cimitero Acattolico inevitabilmente incontra qualche gatto della Piramide, una delle colonie feline più famose di Roma, con tanto di sito Web! Ma non tutti sanno che tra le tombe di personaggi più e famosi c'è anche quella piccolina di un micio che ha trascorso qui felicemente la sua vita: il gatto Romeo.

San Paolo e le due chiese
San Paolo fuori le mura
è costruita sulla tomba del martire, voluta da
Costantino. Ma c'è un'altra chiesa a Roma, sempre dedicata al Santo, ubicata, invece, nel luogo del suo supplizio. E' la chiesa di San Paolo alle Tre Fontane. Il motivo del nome deriva da una leggenda legata al martirio. A seguito della decapitazione la testa di San Paolo rotolò rimbalzando tre volte. Nei tre punti nacquero delle sorgenti d'acqua: una calda, una tiepida e una fredda.

B&B La Breccia a Porta Pia - Via Cagliari 11 - 00198 Roma (RM)
Torna ai contenuti | Torna al menu