La Breccia a Porta Pia - Banner
  • Camera Blu
  • Camera Rossa
  • Suite Verde
  • Affaccio sul Parco
  • Camera Rossa
  • Sala da Pranzo
  • Cucina
  • Cucina
  • La Breccia a Porta Pia
Camera Azzurra1 Camera Rossa2 Suite Verde3 Affaccio sul Parco4 Camera Rossa5 Sala da Pranzo6 Cucina7 Cucina8 La Breccia a Porta Pia9
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni > I luoghi

Come arrivarci

     

Partenza

   

A piedi

 

250-300 m

Destinazione

 

Nomentana - Regina Margherita

Linea

 

62

Direzione

 

Borgo S. Angelo

Fermate

 

13

Arrivo

 

Corso Vittorio Emanuele -
S. Andrea della Valle

A piedi

 

400 m

Descrizione

Piazza Navona è una delle più celebri piazze di Roma. La sua forma ricorda quella di un antico stadio e in effetti, questa era la sua funzione nell'antichità.

Qui era la sede dello Stadio di Domiziano, o Circus Agonalis, costruito nell'85 d.C.. Lo stesso nome, Navona, deriva da una serie di corruzioni della parola Agones, nome riferito alle gare sportive che si svolgevano ogni quattro anni, ideate, per l'appunto, dall'imperatore Domiziano. Alle competizioni atletiche si affiancavano anche spettacoli ed eventi culturali, che si tenevano in un Odeon coperto, coincidente con l'attuale e bellissimo Palazzo Massimo alle Colonne in corso Vittorio Emanuele, a pochi passi dalla piazza.

Malauguratamente i romani non apprezzavano questo tipo di esibizioni, preferendo gli spettacoli cruenti del Colosseo.   Inoltre erano assai insofferenti al fatto che gli atleti si mostrassero nudi. Non è certo questa la sede per disquisire sulla moralità della violenza rispetto a quella della natura ma tant'è: il mondo non è poi così cambiato!

Le gare andarono avanti per qualche secolo; poi dopo un lungo periodo di decadenza la piazza risorse, in epoca barocca, ad opera del Bernini e del Borromini.

Cosa vedere qui

Cosa vedere partendo da qui

  • Statua di Pasquino; è uno dei simboli di Roma. Faceva parte dell'antico Stadio di Domiziano ed è famosa per aver "parlato" nei secoli. Nel periodo dal XVI a XIX secolo, infatti, ha dato voce a proteste e lotte, attraverso satire scritte in versi, dirette a criticare, in forma anonima, l'operato dei personaggi pubblici più importanti. La satire, scritte da ignoti e appese, generalmente al collo della statua, durante la notte, erano chiamate "pasquinate". La statua è ubicata nell'omonima piazza, a pochi metri da piazza Navona.

  • Pantheon

  • Piazza Colonna

  • Fontana di Trevi

  • Campo de' Fiori

  • Piazza Venezia
  • Piazza di Spagna

Curiosità

Attenzione alla chiesa!
Bernini Vs Borromini. La chiesa di Sant'Agnese in Agone si trova davanti alla Fontana dei Quattro Fiumi. La facciata tra i due campanili gemelli è stata disegnata dal Borromini. La leggenda racconta che il Bernini, animato da accesa rivalità nei suoi confronti, disegnò il Rio della Plata con il braccio alzato, evidentemente per proteggersi dall'inevitabile crollo della chiesa, progettata malamente dal rivale. Ma si tratta di una leggenda bugiarda. Infatti l'intervento del Borromini sulla chiesa avvenne dopo la costruzione della fontana.

Attenzione alla fontana!
La
Fontana dei Quattro Fiumi sembra nascondere un maleficio. Infatti chi le gira intorno, accanto alla persona amata, camminando verso destra (cioè, in senso anti-orario) "consorte, fidanzato, ganzo o amante, lo perderà inesorabilmente entro sei dì ". Occhio all'orologio, quindi!

B&B La Breccia a Porta Pia - Via Cagliari 11 - 00198 Roma (RM)
Torna ai contenuti | Torna al menu